Infortunio da incidente stradale

Infortunio da incidente stradale

Questa categoria di sinistri comprende una grande varietà di forme e tipologie ed è per questo che dedichiamo un maggior approfondimento con una ampia panoramica delle specifiche casistiche e delle loro variabili.

Rivolgendovi a Tutela e Risarcimento Danni potrete contare su una perizia di parte che valuterà e quantificherà al meglio ed in modo più preciso il danno riportato.

Tutti i veicoli devono essere assicurati per i danni causati, è un obbligo previsto dalla legge che regola nel dettaglio come devono essere risarciti i danni alle persone a alle cose, anche in caso di sinistro con veicolo straniero o con veicolo non assicurato o non identificato. Sono risarcibili anche i danni causati da cattiva manutenzione delle strade.

Nel caso in cui un sinistro coinvolga mezzi non immatricolati in Italia assicurati presso Compagnie straniere la richiesta di risarcimento del danno diventa molto complessa e spesso fuori dalla portata del comune utente che deve accollarsi spese ingenti in consulenze e assistenza legale.

Tutela e Risarcimento Danni si occupa della gestione del sinistro interagendo con un apposito ente, l’Ufficio Centrale Italiano (più conosciuto come U.C.I.), che gestisce le procedure risarcitorie in queste situazioni. Il buon esito della richiesta, ovviamente, è subordinato alla circostanza per la quale il richiedente non abbia causato l’incidente con torto.

Sempre in tema di sinistri stradali una frequente casistica è quella relativa ad incidenti che coinvolgono più veicoli (tamponamenti a catena). Per questa tipologia non è applicabile la procedura di risarcimento diretto.

Il danneggiato è tenuto a richiedere il risarcimento al conducente del mezzo responsabile del sinistro (nell’esempio richiamato si tratterà del conducente dell’ultimo mezzo della colonna) e alla Compagnia assicuratrice del mezzo in questione.

Questa procedura di risarcimento è disciplinata dall’art. 148 del Codice delle Assicurazioni Private.